Giornata di festa nella città dei Pio, dove ieri è stato inaugurato il Museo d’arte sacra, che ha sede nella chiesa di Sant’Ignazio di Loyola. La comunità carpigiana torna a riappropriarsi di un altro luogo sacro dopo il sisma del 2012

Un altro luogo colpito dal sisma 2012 viene restituito alla città di Carpi. Ieri pomeriggio alla presenza di Mons. Francesco Cavina e del Cardinale Gualtiero Bassetti Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha riaperto le porte alla comunità la chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, insieme al Museo diocesano d’arte sacra “Cardinale Rodolfo Pio di Savoia”, situato al suo interno. Si tratta di uno scrigno prezioso, che raccoglie cinquecento anni della storia artistica e culturale del territorio attraverso dipinti, suppellettili e oggetti sacri. La chiesa di Sant’Ignazio è stata sottoposta ad un intervento di restauro e miglioramento sismico, soprattutto nei confronti della cupola, tra gli elementi più affascinanti della struttura. Oltre a questa, numerose sono le opere preziose che il pubblico potrà di nuovo ammirare dentro al Museo.

Nel video l’intervista al Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui