Arpae ha diramato l’ultimo bollettino relativo agli inquinanti del suolo. Tutto nella norma secondo l’ente, che ha anche confermato i risultati già pubblicati sullo stato dell’aria

Anche i dati relativi ai campioni di terreno sono nella norma secondo le analisi effettuata da Arpae in seguito all’incendio divampato in via Caruso presso l’impianto di Herambiente.
Gli esiti analitici su diossine e furani hanno mostrato valori contenuti e inferiori ai livelli di riferimento per i suoli ad uso agricolo, residenziale e verde pubblico. Tali valori, risultano in linea con quelli riscontrati in analoghi monitoraggi che periodicamente sono effettuati in zone limitrofe del territorio modenese e pertanto non evidenziano significativi incrementi ascrivibili alla ricaduta dei fumi dell’incendio. Inoltre i nuovi dati raccolti tra il 6 e l’8 marzo su aldeidi e Composti organici aromatici (BTX) hanno confermato quelli effettuati tra il 3 e 6 marzo, con concentrazioni dei singoli composti inferiori ai livelli di riferimento nazionali e internazionali definiti per l’esposizione della popolazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui