L’accordo con Italpizza è stato trovato ma il sindacato Si Cobas non ha rinunciato ad una grande manifestazione in centro a Modena per denunciare un sistema che attraverso le false cooperative lede i diritti dei lavoratori. In centinaia questo pomeriggio si sono riversati su via Emilia

Gli accordi per ridare ai lavoratori in sciopero a Italpizza le loro mansioni sono stati trovati, ma questo non ha fermato il sindacato Si Cobas dall’organizzare una nuova manifestazione. Un corteo composto da centinaia di persone questo pomeriggio è partito da Largo Sant’Agostino per poi riempire via Emilia centro. La vertenza Italpizza è uno degli esempi, hanno dichiarato i manifestanti, di un sistema di sfruttamento che interessa anche tutte le false cooperative, ormai diffuse nella realtà modenese. Centinaia di persone appartenenti al sindacato Si Cobas ma anche a diversi gruppi solidali alla sigla si sono riversate in centro a Modena, chiedendo il rispetto per i diritti dei lavoratori. In prima fila, anche il leader Si Cobas Aldo Milani. Per quanto riguarda il caso Italpizza, i Si Cobas ricordano che anche se il picchetto davanti ai cancelli è sospeso, la vertenza non è ancora finita. Gli oltre 60 dipendenti in protesta sono tornati alle loro normali mansioni, ma rimangono in ballo le questioni dei contratti, dei turni e del riconoscimento sindacale.

Nel video l’intervista a:
– Marcello Pini, Si Cobas
– Aldo Milani, Leader Si Cobas
– Eleonora Bortolato, Si Cobas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui