Si avvicina la gara di lunedì per i biancorossi, che devono fare i conti in questi giorni anche con una polemica accesa dall’ex allenatore, sulla panchina biancorossa per 5 gare in A nel 2015-16

La sua Triestina viaggia a metà classifica del girone B di Serie C, già a -7 dalla capolista Pordenone. Ma Giuseppe Sannino non ha la testa solo sul club giuliano. L’ex tecnico del Carpi, sulla panchina biancorossa per 5 gare in A nella stagione 2015-16, in questi giorni ha attaccato il club di via Marx dalle colonne della Gazzetta dello Sport. Sannino riferisce infatti di aver ricevuto una multa di 10mila euro dal Carpi per aver allenato il Finale Ligure, squadra che allora militava in Eccellenza, durante i mesi subito successivi al suo esonero e nei quali quindi era ancora sotto contratto col Carpi. “Mi aveva invitato l’allenatore del Finale al campo, ma ho solo dato due calci al pallone. Il comportamento del Carpi è stato uno schifo” l’attacco di Sannino, che allora pagò la multa senza protestare. Così ieri non si è fatta attendere la risposta del Carpi, affidata a un comunicato. “Il Carpi – si legge – nel riservarsi tutte le opportune azioni, in sede sportiva, civile e penale, nei confronti dell’allenatore, precisa che la multa cui il tecnico fa riferimento venne irrogata all’esito della pubblicazione, da parte di numerosi organi di informazione, di materiale fotografico ritraente il tecnico nell’esercizio delle sue funzioni svolte in favore di altro club, pur in costanza di rapporto con questa società. Peraltro Sannino ha riconosciuto e accettato la sanzione senza impugnarla”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui