E’ scaduto il mandato da presidente dell’ex capogruppo Pd Michele Andreana. La sua nomina fu voluta nel 2014 da Pighi dopo che sfumò la promozione in Acer. Durante la sua presidenza la vendita del 17% delle azioni a Coop Estense

Era il maggio 2014 quando l’allora sindaco Giorgio Pighi annunciò la nomina dell’ex capogruppo Pd Michele Andreana a presidente delle Farmacie comunali. Un mandato che è terminato con l’approvazione del bilancio 2016 e quindi si profila ora o una sostituzione o una conferma. Ricordiamo che Andreana venne designato in un primo momento dalla giunta come presidente di Acer e, sfumata quella poltrona, venne piazzato ai vertici delle Farmacie a dimostrazione di quanto le competenze specifiche a Modena siano poco discriminanti per il conferimento di un incarico pubblico.

Durante i due anni della sua presidenza, per la quale Andreana percepisce un compenso di 25 mila euro all’anno, il Comune di Modena ha venduto il 17% delle azioni di Farmacie comunali a Finube, una controllata dell’allora Coop Estense, per 6,7 milioni di euro. Finube che è cosi diventata il socio di maggioranza della spa (con capitale sociale da 20 milioni di euro) con ben il 63%. 

Andreana può dunque vantarsi di essere stato il presidente che ha trasformato le Farmacie comunali in Farmacie a marchio coop, una operazione per la quale vedremo ora se verrà o meno premiato con la conferma dell’incarico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui