Un appuntamento sempre molto sentito, che affonda le sue radici molto lontano nel tempo

Una ricorrenza che nasce indietro nel tempo e che ogni anno si rinnova nelle parrocchie del nostro territorio e di tutta Italia. Nel giorno di Sant’Antonio Abate, 17 gennaio, la celebrazione eucaristica è tradizionalmente dedicata agli animali, con la benedizione di rito che viene impartita a tutti indistintamente: che siano utilizzati per il lavoro nei campi o di semplice compagnia nella vita dell’uomo, dai cavalli agli asinelli passando per pecore, uccellini e tanto altro. Nella chiesa di Fiorano abbiamo trovato cani e gatti, guidati dai loro padroni che ogni anno non si perdono questo appuntamento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui