Castelnuovo Rangone: violenta lite fra due operai originari dello Sri Lanka: per la vittima sette giorni di prognosi

Sembrava la solita lite tra vicini di casa, ma a un certo punto la situazione è degenerata e uno dei due ha afferrato una mannaia. Erano le prime ore del mattino, martedì, quando in una palazzina di Castelnuovo Rangone è scoppiato il putiferio fra due uomini originari dello Sri Lanka: il più anziano dei due, 45 anni, ha aggredito l’altro, un 28enne, brandendo la lama affilata e colpendolo alla testa. La mancata chiusura del cancello comune, un’auto parcheggiata in modo approssimativo, oppure motivi di gelosia: non è chiaro quale sia stata esattamente la miccia da cui è scaturita la rissa. La vittima se l’è cavata, si fa per dire, con sette giorni di prognosi. Ma gli poteva andare molto peggio. Entrambi sono operai: lavorano per due aziende del settore carni. La lite è stata udita dagli altri residenti della zona, che hanno allertato i soccorsi. Sul posto è arrivata l’ambulanza del 118, che ha trasportato il 28enne al Pronto Soccorso, mentre i Carabinieri della Compagnia di Vignola hanno registrato le generalità dell’aggressore, denunciato in stato di libertà per lesioni aggravate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui