Dopo la chiusura di Enologica, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna, si guarda al risultato della vendemmia 2016. Al microfono di TvQui Erennio Reggiani, direttore della Cantina di Carpi e Sorbara, la più antica cantina sociale italiana ancora in attività

Si è da poco conclusa a Bologna l’edizione 2016 di “Enologica”, vera e propria fiera dell’eccellenza emiliano romagnola nel comparto food and wine. Una grande vetrina alla quale hanno partecipato anche le aziende modenesi, tra cui la Cantina di Carpi e Sorbara, la più antica cantina sociale italiana ancora in attività. L’evento è stato per tutti occasione per avviare contatti commerciali e promuovere un prodotto di punta del territorio, il Lambrusco Dop, in cerca di nuovi mercati. Positive anche le stime sull’ultima vendemmia, in attesa di conoscere i dati quantitativi finali.

Se anche i vini italiani risentono di incertezze e battute d’arresto del mercato, in particolare dopo la Brexit e le elezioni negli Usa, i frizzanti sembrano avere una marcia in più, crescendo di un buon 30% nei due paesi. Per gli spumanti di casa nostra, poi, si registra un andamento migliore dei concorrenti in quasi tutte le principali piazze di consumo. Questo spinge in avanti le aziende produttrici, alla ricerca di mercati vergini e di proposte di qualità che sappiano attrarre nuovi consumatori.

Nel video l’intervista a Erennio Reggiani, direttore Cantina di Carpi e Sorbara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui