70 escursioni, in programma tra giugno e ottobre, fatte con guide esperte in grado di illustrare i segreti della flora e della fauna e raccontare le bellezze storiche e culturali

Caselle, La Marina, Rovina Mala e Cà Gherardi sono alcuni dei borghi disabitati dell’Appennino modenese che potranno essere visitati: è questa la principale novità di Camminappennino 2016 iniziativa promossa dal gruppo trekking di Pievepelago che iniziata a giugno prosegue fino ad ottobre. 70 escursioni fatte con guide esperte in grado di illustrare i segreti della flora e della fauna e raccontare le bellezze storiche e culturali. Ad esempio, il prossimo fine settimana, è prevista una due giorni lungo il “cammino delle valli glaciali” tra Pievepelago e Fiumalbo.

Camminare è anche esplorare e conoscere non solo la natura, ma anche la storia dei comuni come ad esempio a Fiumalbo il cui percorso a carattere etnografico che porta gli escursionisti tra vecchie strade dei pastori e le famose capanne celtiche, anche a visitare un mulino ad acqua recentemente ristrutturato. Sarà possibile vedere le 5 cascate del Parco del Frigano, ammirare il sorgere del sole dalla vetta del Cimone.

Intervista a:

– Francesco Rosati, Guida ambientale

– Stefano Muzzarelli, Sindaco di Fanano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui