Inaugurata questa mattina la Stele voluta dal Vescovo di Carpi, Monsignor Francesco Cavina, in memoria delle vittime delle due pesanti scosse di terremoto del 20 e 29 maggio 2012

I morti del terremoto non devono essere dimenticati e la ricostruzione deve essere il nostro traguardo anche per loro, ma la parola fine è ancora molto lontana. Questo il pensiero del Vescovo di Carpi Monsignor Francesco Cavina nel giorno del Memoriale dedicato alle vittime del Sisma del 2012. Per il quarto anniversario è stato scelto di collocare una Stele, nell’area della Parrocchia di San Giovanni Roncole, frazione di Mirandola, lungo la strada statale 12. La cerimonia ha avuto tre intenti. Il primo è non annebbiare mai la memoria di chi ha perso la vita nella tragedia del maggio 2012. Il secondo è che dal coraggio di queste vittime rinasca la nostra comunità, e infine la Stele vuole anche ricordare, la solidarietà di quei giorni tra le macerie del sisma. Si tratta di gesti importanti che invitano a mettere sempre in primo piano carità e condivisione, affinché non siano solo l’esperienza di un momento.

Intervista a Monsignor Francesco Cavina, Vescovo di Carpi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui