Risveglio bianco per l’Appennino, a fronte delle precipitazioni cadute della notte. Ma si tratta solo di pochi centimetri

E’ tornata la neve in montagna, ma ancora con il contagocce. Su tutta la dorsale nella notte e in alcune zone già dal tardo pomeriggio di ieri, sono caduti fiocchi che hanno imbiancato tutto, regalando stamattina uno spettacolo sempre suggestivo. Ma non si è trattato di precipitazioni molto consistenti: a Sestola non si sono accumulati più di 7-8 centimetri, e da qui si è andati sempre a calare lungo la dorsale arrivando ai 2 centimetri di Serra, l’ultimo paese ad essere raggiunto dalla coltre. Solo una spruzzata insomma, che sicuramente ha fatto paesaggio ma che è destinata a durare poco, per via del sole splendente che si è affacciato appena passata la perturbazione. Circolazione dappertutto tranquilla, tanto che non sono nemmeno usciti i mezzi spalaneve, solo a inizio di mattinata si è dovuto fare attenzione a qualche tratto coperto dal gelo, più che dalla neve. Le temperature comunque sono andate subito in rialzo, e così si manterranno per tutto il weekend e anche all’inizio della prossima settimana, dove nei paesi non si andrà nemmeno sottozero di notte, e l’altra neve data in arrivo ora sembra destinata a rimanere soltanto pioggia. Diverso il caso del Cimone e delle Piane di Mocogno, dove già da domani potrebbe altra neve, soprattutto nella mattinata, ma anche in questo caso senza andare oltre ai 10 centimetri. Insieme a quella artificiale però dovrebbe garantire piena operatività degli impianti, anche per le manifestazioni sportive previste.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui