Parla il titolare della ricevitoria di via San Faustino, una delle tre colpite la notte scorsa dalla banda di salernitani

Qualcosa che non va. Ladri presi e subito rilasciati. Cittadini arrabbiati, irritati, sfiduciati, sull’onda dell’escalation criminale che investe Modena. A parlare è uno dei tre commercianti vittima delle spaccate di ieri notte. Scatenata la banda di ladri professionisti: tre colpi in 90 minuti. Prima dell’arresto.

La tabaccheria di via San Faustino e quella di via Emilia Ovest hanno già provveduto a sostituire i vetri sfondati. Al distributore Erg di via La Marmora, invece, è stato provvisoriamente installato un pannello in plastica. Sul pavimento c’è ancora il buco lasciato dal blocco in cemento usato dai ladri per sfondare la vetrina. A dispetto dei numeri sui reati in calo, per chi subisce questi furti, Modena non è più la città sicura che era un tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui