L’intento è coinvolgere il maggior numero di persone possibili e contribuire, anche attraverso le attività culturali, alla rinascita dei comuni terremotati

Proporre attività culturali per favorire la rinascita dei comuni colpiti dal sisma del 2012. Questo è l’obiettivo della nuova stagione teatrale in programma presso la tensostruttura del Teatro Tenda di Finale Emilia, nell’ambito del progetto Scena Solidale. Un’iniziativa promossa subito dopo gli eventi sismici di tre anni fa, nei comuni delle zone terremotate, con l’intento di sopperire alla mancanza dei luoghi di aggregazione, con attività e laboratori teatrali.

La rassegna inizierà il 25 novembre con lo spettacolo “Carissimi Padri…Molte cose sono in una cosa, Uno straniamento brechtiano” un viaggio nel mondo della Belle Époque per meglio comprendere i meccanismi che portarono alla Grande Guerra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui