I due giovani romeni, autori della rapina e dell’aggressione, si accusano a vicenda

Si accusano a vicenda i due giovani arrestati dai carabinieri di Ferrara per la rapina avvenuta venerdì mattina in via lunga a Renazzo di Cento. Florin Costantin Grumeza di 22 anni, residente a Castelfranco Emilia, assistito dall’avvocato Lorenzo Muracchini è il primo ad aver confessato nel corso dell’interrogatorio di garanzia avvenuto in carcere; ha detto di essere entrato per secondo nella casa. Prima di varcare la porta infatti si era dovuto sincerare che non arrivasse nessuno. Il sostituto procuratore che coordina le indagini ha chiesto a loro tutti i dettagli della violenta rapina. Ed è proprio dall’interrogatorio dei due che sono emerse diverse contraddizioni su cosa sia veramente successo quella mattina.

Intanto non è più in pericolo di vita Maria Humeniuc, mentre restano gravi le condizioni Cloe Govoni di 84 anni, ancora ricoverata in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione di Cona. Per ora i capi di imputazione nei confronti dei due giovani, come da convalida di fermo con custodia cautelare in carcere, sono rapina aggravata e tentato omicidio aggravato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui