Dopo gli arresti dello scorso settembre, arriva nuove ordinanze di custodia cautelare per i componenti della banda che aveva derubato in un anno e mezzo diversi caseifici nel modenese

Prosegue l’operazione ‘Albalat’ della Polizia di Modena. Nella vicenda lo scorso settembre  finirono in carcere undici pugliesi, componenti di una banda criminale che aveva derubato oltre duemila forme di Parmigiano Reggiano, in diversi caseifici e depositi di Parmigiano Reggiano, nel modenese. Nei giorni scorsi, dopo l’attività investigativa della squadra mobile, sono state notificate agli indagati, direttamente in carcere, nuove Ordinanze di custodia cautelare. I furti, avvenuti tra il novembre del 2013 ed il gennaio del 2015, sono stati valutati per un valore complessivo pari a € 785.mila euro. Il Capo della Squadra Mobile assicura gli agricoltori che i controlli stanno proseguendo in maniera assidua, ma c’è bisogno della collaborazione di tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui