Mirandola è una cittadina ancora ‘impacchettata’ per i lavori di ricostruzione dal sisma del 2012. Tra i residenti c’è chi si lamenta altri sono più positivi

La speranza non si perde mai anche se a volte si offusca e diventa un po’ più difficile guardare il presente ed il futuro con ottimismo. Tra i residenti di Mirandola c’è chi la speranza di rivedere la cittadina ricostruita non l’ha ancora persa, chi invece ne vede lontano il raggiungimento.
Una situazione a volte critica e difficile. Emblematico è il caso del signor Antonio che si trova a trascorrere tutte le notti nella panchina di uno dei tanti giardini della città ed è costretto a lavarsi in una fontana alle 3 di notte per non creare scandalo tra i residenti. Ha 56 anni e da sei è disoccupato. Nel mese di giugno è stato allontanato dai moduli abitativi della città perché, a suo dire, erano scaduti i termini di permanenza nella struttura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui