Week end di arte e cultura quello trascorso dai modenesi con il concerto itinerante organizzato dall’ associazione “Amici dell’ organo” attraverso 4 diverse chiese del centro storico. Il tutto condito da approfondimenti artistici.

Un concerto itinerante quello organizzato dall’ Associazione amici dell’ organo che sabato ha accompagnato i modenesi attraverso 4 diverse chiese del centro storico e 4 differenti repertori musicali. In ogni edificio due storici dell’ arte -Luca Silingardi e Graziella Martinelli Braglia- approfondivano storia e particolarità delle diverse strutture alternandosi con i brani musicali eseguiti dall’ organista Filippo Sorcinelli. Si scopre così che S. Pietro, dopo il Duomo è la più ricca dal punto di vista artistico, che S. Maria delle Asse, si chiamava così probabilmente perché -circondata dall’ acqua- si poteva raggiungere solo oltrepassando un ponticello in legno, che la chiesa di S. Bartolomeo ha un altare di ricchi e pregiatissimi marmi e che quella di S. Carlo più ampia e leggera ha un magnifico abside in pieno gusto barocco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui