Addio voti, benvenute emoticon. Le faccine stilizzate usate per esprimere stati d’animo sui social diventano metro di misura anche nelle pagelle degli alunni. È la novità, decisamente curiosa, in arrivo alle scuole Rodari di Modena. Si tratta di una sperimentazione che interesserà le pagelle del primo quadrimestre e che vedrà gli stessi bambini coinvolti nella valutazione. Saranno infatti loro ad assegnare una faccina alla propria prestazione. Le schede poi saranno confrontate con le valutazioni fatte dai maestri per arrivare a un unico giudizio condiviso. Lo scopo è proprio quello di coinvolgere i bambini e dare loro maggiori responsabilità chiamandoli a riflettere su se stessi e a darsi un’autovalutazione. Al momento si tratta solo di un esperimento che coinvolgerà la prima A e la prima D, ma se avrà successo, verrà esteso anche ad altre classi. Il progetto rientra nella sperimentazione chiamata “Oltre le Discipline”: l’istituto comprensivo, attento agli aspetti pedagogici a 360 gradi, nutre la speranza che l’uso delle emoticon e dell’autovalutazione degli alunni incontri il gradimento anche dei genitori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui