I medici dell’emergenza urgenza che lavorano nei pronto soccorso della Provincia di Modena hanno indetto dalle 8 di domani fino alla stessa ora di giovedì 12 dicembre uno sciopero di 48 ore. Nell’arco di questi due giorni verranno garantite solo le attività di emergenza sanitaria territoriale. A indire la protesta è stato il sindacato Snami, il quale spiega che una delle motivazioni del contenzioso con l’Azienda Usl di Modena è l’utilizzo del personale del 118 della Medicina Generale per l’assolvimento di compiti proprio dell’Assistenza Ospedaliera e che secondo le normi vigenti sono riservati ai solo medici specialisti regolarmente assunti e inquadrati dall’Azienda. In questo modo il personale medico del 118 si trova a svolgere un lavoro che non tutela i medici come invece farebbe con i medici strutturati. In particolare non c’è lo stesso riconoscimento giuridico, le stesse tutele e lo stesso riconoscimento economico. La sigla sindacale chiede che ognuno torni a fare il proprio lavoro o altrimenti che si attivino dei percorsi formativi che aiutino questi medici a prendere il ruolo all’interno dell’Ausl di Modena come strutturati e non come personale 118.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui