Con ben 6 squadre racchiuse in appena 5 punti e ancora 3 scontri diretti da giocare si apre ufficialmente sabato sera la volata per il titolo d’inverno del girone B di Serie C, che riguarda da vicino anche il Carpi. Nell’anticipo sul campo della Virtus Verona i biancorossi potrebbero con un successo dormire per una notte al secondo posto, in attesa dei risultati delle rivali. E le ultime 4 giornate del girone di andata devono regalare ancora tre sfide incrociate fra le avversarie della squadra di Riolfo, che invece gli scontri diretti li affronterà subito all’inizio del girone di ritorno. Ovvio che il pallino in mano l’ha il Vicenza capolista, che viaggia a +1 sul Sudtirol, +3 sulla Reggiana, +4 su Carpi e Padova e +5 sulla Feralpi, ultima incomoda che si è aggiunta di prepotenza, con 7 vittorie nelle ultime 8 gare, alla corsa per il platonico scudetto di dicembre. La corazzata di Di Carlo riceve domenica il fanalino Fano nell’impegno sulla carta più semplice, ma poi deve passare dalle forche caudine della trasferta di Bolzano, in cui la squadra di Vecchi spera di mettere la freccia, e avrà la Feralpi in casa, prima di chiudere a Imola. Due gare su quattro ad alto coefficiente di difficoltà, che potrebbero riscrivere le gerarchie per il primo posto ora occupato dal Vicenza. Di qui al 15 dicembre, quando si chiuderà l’andata, c’è da giocare anche Reggio Audace-Padova, mentre il Carpi dopo Verona riceverà la Triestina, farà visita alla VIs Pesaro e chiuderò l’andata al Cabassi con la Sambenedettese per un finale di 2019 che si annuncia da brividi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui