Nel video l’intervista a Simona Baldaccini, Federconsumatori Modena

Si sono rivolti a Federconsumatori Modena i numerosi utenti del cellulare che in questi mesi si sono accorti di una prassi delle compagnie telefoniche che ritengono scorretta, tanto da spingerli a denunciarla all’associazione. Si tratta delle cosiddette “ricariche tagliate”: in pratica, per chi vuole acquistare una ricarica da 5 o 10 euro il prezzo pagato non si traduce interamente in credito telefonico utilizzabile, ma il gestore obbliga l’utente ad impiegare un euro per l’attivazione di servizi extra, come ad esempio giga di navigazione o minuti di chiamata supplementari a quelli previsti dal piano tariffario. In questo modo di fatto la ricarica è di 4 o 9 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui