Nel video le interviste a:

  • Jamal Hussein, organizzatore
  • Samar Zaoui, organizzatrice
  • Matteo Salvini, leader Lega

Migliaia di sardine sono arrivate in Piazza Grande per protestare contro la politica di Matteo Salvini cantando in coro “Bella Ciao” e lo slogan “Modena non si Lega”. Visto dall’alto, il ciottolato sotto la Ghirlandina era un tappeto di ombrelli. Le stime parlano di circa 7000 partecipanti che hanno sfidato la pioggia per prender parte all’iniziativa nata sulla scia di quella lanciata a Bologna, in piazza Maggiore. Nessuna bandiera di partito o di associazioni, solo cartelli con sardine bagnate dalla pioggia. L’appuntamento è stato lanciato da due studenti modenesi all’annuncio dell’arrivo di Matteo Salvini in centro storico. Anche se il leader della Lega ha cambiato itinerario, la manifestazione si è svolta ugualmente. Dire no a una determinata politica, in grado di incrementare odio e diffidenza verso il prossimo: questo il messaggio che gli organizzatori e i partecipanti hanno dichiarato. Un bilancio che lascia pienamente soddisfatti gli organizzatori che guardano già al futuro. Le polemiche non sono però mancate, in particolare in merito a un post che un’organizzatrice ha scritto mesi fa contro Salvini, usando per l’ex Ministro parole molto dure sino ad auspicare la sua morte.  Sul punto però, la studentessa non ha risposto. Ed anche lo stesso Salvini nel suo tour modenese non ha mancato di ritornare sull’episodio  che a suo dire avrebbe quanto meno meritato le scuse della ragazza

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui