Aveva raccolto oltre venti chili di mirtilli senza la prevista autorizzazione. Il responsabile è stato scoperto dalla Polizia provinciale e sanzionato con una multa di 500 euro; il raccolto è stato sequestrato e consegnato all’Ente parchi Emilia centrale

L’episodio è avvenuto nella mattina di venerdì 2 agosto nella zona di Pievepelago, nell’ambito dei controlli sul rispetto della regolamento dell’Ente parchi Emilia centrale sulla raccolta di frutti del sottobosco che prevede, per i residenti nel territorio del parco, un limite massimo di cinque chili giornalieri (un chilo per i non residenti), con possibilità di raccogliere un quantitativo maggiore (massimo 100 chili al giorno) ma solo se in possesso di un’apposita autorizzazione stagionale, riservata ai residenti per scopi commerciali. I residenti, inoltre, possono chiedere, una sola volta nell’arco della stagione, un’autorizzazione giornaliera per un massimo di 20 chili. La raccolta dei frutti del sottobosco è partita il 1 agosto per proseguire fino 30 settembre. Oltre alla Polizia provinciale, l’attività di controllo sulla corretta attività a salvaguardia dell’ambiente naturale del sottobosco è garantita dalla guardie dell’Ente parchi Emilia centrale e dai Carabinieri forestali.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui