Cittadinanza onoraria di Modena al capo della Polizia Alessandro Pansa per l’impegno delle forze dell’ordine in occasione del terremoto e dall’alluvione che hanno colpito la nostra provincia negli ultimi anni

Il capo della Polizia Alessandro Pansa, da oggi, è cittadino onorario di Modena. Il riconoscimento gli è stato consegnato questa mattina dal sindaco Giancarlo Muzzarelli, a titolo di ringraziamento verso tutte le forze dell’ordine per l’aiuto prestato ai modenesi in occasione del terremoto del 2012 e dall’alluvione del 2014. La delibera, proposta dalla giunta, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, di fronte a tutte le massime autorità cittadine. Pansa, 64 anni, salernitano, già prefetto di Napoli, è numero uno della Polizia dal 31 maggio 2013. Resterà cittadino onorario di Modena anche una volta cessato dalla carica. L’onorificenza conferitagli oggi, peraltro, è dedicata non tanto alla sua persona, quanto alla istituzione che rappresenta: tramite lui, in altre parole, diventano idealmente cittadini onorari di Modena tutti quegli agenti – non solo della Polizia ma anche di altri corpi – che intervennero in soccorso alla popolazione nei difficili momenti del sisma e dell’esondazione del Secchia, senza dimenticare l’impegno quotidiano per la sicurezza e quello – nuovo degli ultimi anni – per contrastare la criminalità organizzata. Si chiude, insomma, un cerchio. Gli strascichi dei disastri naturali restano, ma Modena è ancora in piedi per dire grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui