L’uomo utilizzava il proprio appartamento per vendere droga ai propri clienti. I Carabinieri lo hanno scoperto dopo una serie di appostamenti e pedinamenti

Un 55enne residente a Formigine è stato arrestato ieri dai Carabinieri nell’ambito di una perquisizione all’interno della sua abitazione. L’uomo, già con precedenti penali, era un pusher le cui attività erano monitorate da qualche tempo con osservazioni e pedinamenti. Le forze dell’ordine, infatti, avevano notato nel corso di queste attività movimenti sospetti intorno all’abitazione, con un via vai di persone inusuale. La successiva perquisizione ha permesso ai Carabinieri stessi di rinvenire nell’edificio diverse confezioni di droga, in particolare 5 grammi di cocaina, 7 ovuli di hashish ed anche della marijuana oltre agli strumenti utili per il confezionamento. Sfortunato, invece, il cliente che proprio durante il blitz ha telefonato al pusher per comprare una dose di stupefacenti, convocato poi dai militari dell’Arma per testimoniare le attività illecite dell’uomo.

Arresti poi anche per la Polizia di Stato a Carpi, che ha fermato C.P., modenese di trentaquattro anni già pregiudicato per furto, ricettazione e stupefacenti, in esecuzione del provvedimento del Magistrato di Sorveglianza che ha revocato la misura alternativa dell’affidamento in prova al servizio sociale disposta dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna. L’uomo, infatti, si era più volte sottratto all’attività di volontariato. Manette poi anche per H.S., trentottenne pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti, che ha violato il divieto di dimora a Modena e provincia poiché rintracciato in un appartamento occupato abusivamente con altri cittadini stranieri in via Monte Bianco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui