l Pil regionale nel 2015 è stimato in crescita dell’1%

Solo pochi giorni fa la Camera di commercio provinciale aveva svelato numeri poco confortanti per il futuro prossimo delle imprese modenesi, per lo meno di quelle della manifattura, ancora lontane – sembrava – da una inversione di tendenza rispetto allo scenario attuale. Oggi, invece, l’ente a cui la stessa Camera di commercio fa capo a livello regionale, ossia Unioncamere Emilia-Romagna, sparge buone notizie, per il tessuto imprenditoriale di casa nostra. “Tra Piacenza e Rimini soffia vento di ripresa”, si legge in particolare nell’indagine realizzata dall’ufficio studi dell’ente sull’economia della via Emilia. Il Pil regionale nel 2015 è stimato in crescita dell’1%, trainato dalla locomotiva export e – udite udite – anche da una presunta ripresa dei consumi: +1,3%, secondo Unioncamere, è il dato previsto per fine anno, sospinto dagli acquisti di bond avviati dalla Banca Centrale Europea. Il Rapporto preannuncia anche una ripresa degli investimenti da parte delle imprese e vede addirittura ormai chiusa la recessione nel settore delle costruzioni. Insomma, ottimismo a profusione, dopo che nei giorni scorsi, restringendo la visuale alla manifattura di Modena, si parlava invece di difficoltà latenti e futuro incerto. Nientìaffatto: per Unioncamere siamo all’alba della ripresa. Ci sarà da fidarsi?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui