Controllo sugli appalti e valutare eventuali infiltrazioni mafiose.

Si torna a parlare dell’inchiesta Aemilia: la prefettura ha mandato tre commissari in Comune a Finale Emilia dove resteranno tre mesi per un controllo sugli appalti e per valutare eventuali infiltrazioni mafiose.

Il prefetto di Modena Michele Di Bari ha inviato questa mattina una commissione ispettiva, composta da tre persone al Comune di Finale Emilia per accertamenti ed approfondimenti sugli appalti per capire se emergono forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso o similare. I controlli, che dureranno tre mesi, nascono dalla vicenda Aemilia. L’inchiesta che risale allo scorso gennaio, vede coinvolto Giulio Gerrini, Capo ufficio Lavori Pubblici del Comune, indagato per abuso d’ufficio continuato e per il rapporto con Augusto Bianchini indagato per associazione a delinquere. Al Sindaco di Finale Fernando Ferioli abbiamo chiesto come sta vivendo questo momento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui