Ed ecco un profilo del nuovo Vescovo di Modena

A quasi quattro mesi dalla scomparsa di mons. Antonio Lanfranchi, un po’ a sorpresa, in barba anche a certi sballate previsioni giornalistiche, il nuovo Vescovo-Abate della Diocesi di Modena e Nonantola è dunque il reverendo don Erio Castellucci. Fino ad oggi parroco della chiesa di san Giovanni Apostolo e Evangelista di Forlì, don Erio compirà 55 anni il prossimo 8 luglio. Un vescovo piuttosto giovane, alla sua prima esperienza alla guida di una Diocesi, per di più importante come quella di Modena.
Ordinato sacerdote a 24 anni per la Diocesi di Forlì-Bertinoro e subito impegnato nel difficile quartiere romano della Magliana e poi parroco nel paese di Durazzanino, dopo la laurea in teologia alla Pontificia Università Gregoriana don Erio si dedica per anni all’insegnamento e nel 2005 diventa Preside della Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna e dal 2009 parroco di san Giovanni Apostolo e Evangelista a Forlì.
Già nominato, ma non ancora consacrato Vescovo, l’arrivo di don Erio Castellucci a Modena è previsto per l’inizio del mese di settembre. Tra le sue prime dichiarazioni: “Verrò a Modena per imparare. Sarò vicino ai giovani e alle famiglie in difficoltà”.
La nomina del nuovo Vescovo di Modena è arrivata nel 52° anniversario della morte di san Giovanni XXIII e nel 27° anniversario dalla visita in provincia di Modena di Papa Giovanni Paolo II. Sicuramente un buon viatico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui