SOLIERA – Ok al bilancio di previsione e a quello pluriennale 2014-2016 di Soliera dal Consiglio comunale. Pur in un quadro di riferimento nazionale in via di definizione, soprattutto in tema di trasferimenti dallo Stato e di tassazione, l’amministrazione comunale ha voluto approvare il bilancio, anche per limitare gli stretti vincoli dell’esercizio provvisorio. «Programmare e investire per dodicesimi sarebbe insostenibile» ha detto il sindaco Schena che ha inoltre spiegato la necessità del passaggio consiliare in relazione all’attivazione delle opere post-sisma finanziate dalla procedura commissariale (il recupero del Castello Campori, della palestra Loschi, del cimitero di Sozzigalli e della Scuola media Sassi). Il Comune ha scelto di non aumentare le tariffe, le rette e neppure l’addizionale Irpef che si mantiene allo 0,4 per mille, confermandosi tra le più basse della provincia. Confermati tutti i servizi alla persona, quelli socio-assistenziali e quelli educativi/scolastici, con in più alcune sperimentazioni partite quest’anno, come il Nido per la primissima infanzia. Vengono mantenute tutte le dotazioni per la cultura, le politiche giovanili e i servizi educativi. Si tagliano ulteriormente le spese relative alla manutenzione ordinaria e alla cura del verde, mentre la spesa per il personale rimane ben al di sotto di tutti i parametri di riferimento. Il capitolo relativo alle aliquote Imu, Tasi e Tari verrà meglio definito nel prossimo consiglio comunale. Quanto agli investimenti, previsti interventi sulla viabilità come la nuova rotatoria fra via Corte e via Gambisa, la sistemazione di alcuni accessi alla città, ma anche l’allargamento del cimitero di Limidi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui