Spara anche la collega di giunta Adriana Querzè che punta sulle sedie che si arrampicano

La danza politica di Francesca Maletti ha lasciato senza bussola non solo il senatore Carlo Giovanardi, ma anche altri politici che avevano scommesso nel cambio verso dell’assessore alle politiche sociali della giunta Pighi. A iniziare dal comitato dei commercianti e residenti del centro storico, hanno intenzione di scendere in campo con la lista Forza Centro, che avevano puntato sulla Maletti. Corrosivo il commento di Piero Blondi, uno dei leader del gruppo. Che in una riga di mail – sintesi estrema, comunicazione massima – scrive: «Ho in mente Modena (cancellato con un trattino, ndr) 8 poltrone». Non ci vogliono trattati di politologia o tanti di giri di parole per capire e spiegare. Comprensibile la bordata che arriva da Blondi, era però chiaro che difficilmente chi milita in un partito affronti il mare in tempesta a bordo di una lista civica, ma i cannoni hanno sparato anche da centrosinistra. Ad usare le armi della satira Adriana Querzè – collega di giunta, ma le due non si sono mai amate – che su Facebook posta una foto (quella che pubblichiamo a lato) dove al posto delle poltrone ci sono le sedie. Con la scritta di contorno: «Maletti, Muzzarelli, Silingardi hanno trovato un accordo. Il pd è a posto». Poi la Querzè aggiunge: «Analisi sintetica e rigorosa». Non mancano i commenti dei seguaci: «Gli analisti si interrogano sulle dinamiche interne che hanno portato all’accordo tra Maletti, Muzzarelli e Silingardi? Le poltrone sempre e solo le poltrone». Un altro (grande) elettore deluso dalla Maletti (ma non solo) è Graziano Pini, ex assessore silurato dalla giunta Pighi, che dopo le primarie, ha votato per la renziana, ha deciso di scendere in campo con una lista civica insieme a Scelta Civica e Fare Per. Una decisione maturata, come ci ha confermato nei giorni scorsi, per come sono andate le cose ai gazebo: «E’ stato determinante l’esito e le modalità delle primarie».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui