E sulla manutenzione del Secchia abbiamo sentito la testimonianza di chi il fiume lo conosce da una vita e ricorda bene come una volta ci fosse ben altra attenzione perché la sorveglianza era affidata alle comunità che vi vivevano attorno. Succedeva con il vecchio “contratto di fiume”, che la Regione dopo il disastro aveva annunciato di voler reintrodurre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui