Nel video l’intervista a Michele Mignani, allenatore Modena F.C.

È uno 0-0 che sa tantissimo di vittoria quello che il Modena di mister Michele Mignani strappa al Piacenza di Arnaldo Franzini tra le mura del Braglia. Il tecnico canarino schiera il solito 4-3-1-2 con Zaro e Ingegneri al centro della difesa, Mattioli e Varutti terzini, la mediana con De Grazia, Davì e Rabiu e Tulissi dietro a Spagnoli e Ferrario. Ed è proprio il bomber gialloblu, titolare a causa dei forfait per infortunio di Sodinha e Rossetti, che ha la prima vera occasione del match, ma a tu per tu con il portiere si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite. È un match equilibrato e molto tattico nel primo tempo e il Piacenza risponde colpo su colpo tant’è che anche i piacentini hanno una buona occasione con Corradi il cui tiro però è respinto da Gagno ben appostato sul primo palo. La partita è nervosa e al 45esimo l’episodio chiave: Davì reagisce colpendo con un buffetto al volto Della Latta. L’arbitro si consulta con il guardalinee e poi sventola in faccia il rosso al centrocampista canarino. Nel secondo tempo è chiaramente solo Piacenza con i ragazzi di Franzini che premono sull’acceleratore ma devono fare i conti con l’organizzata difesa canarina e la traversa che dice no all’inzuccata di Borri. Il Modena resiste agli assalti di un Piacenza poco cinico e cattivo e riesce a strappare un punto in uno scontro diretto per i play off che sa molto di vittoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui