Dopo un martedì nero, che ha visto nella nostra provincia un aumento di ben 199 casi, anche il commissario Sergio Venturi ha richiamato Modena, che oggi deve dare prova più che mai di un forte impegno per rispettare le regole. L’appello è ancora quello di contenere il contagio riducendo al minimo gli spostamenti. Le insidie del Covid-19, che si sa essere altamente contagioso, possono nascondersi anche nei comportamenti ritenuti più innocui. Un nuovo video realizzato dalla Polizia di Stato e diffuso su tutto il territorio nazionale mostra come anche una corsa in solitaria può molto pericolosa. Si è capito che il modo in cui il virus si diffonde più facilmente è attraverso il droplet, ovvero le microgocce che rimangono sospese in aria veicolando malattie. Il respiro affannoso di chi corre così come le gocce di sudore possono essere un motore di diffusione del Covid-19 da parte di chi è positivo ma asintomatico. Il video illustra poi altri casi in cui è possibile trasmettere il virus, come sui mezzi pubblici o passeggiando.  Il nostro territorio è stato definito da Venturi il nuovo “fronte del contagio”: la provincia modenese fa da spartiacque, nella mappa dell’Emilia-Romagna, tra le province a ovest come Piacenza e Parma, che dopo il boom dei contagi stanno iniziando a tirare un sospiro di sollievo, e un fronte a est, dove il contagio, salvo eccezioni come Rimini e Medicina, cresce in modo contenuto. Proprio per questo alla nostra provincia è stato chiesto un maggior rigore nel rispetto delle regole e la consapevolezza che “contenere l’epidemia, per poi ridurla e spegnerla, dipende da quello che facciamo tutti i giorni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui