Servivano 3 punti e sono arrivati, ma il 2-1 con cui il Modena ha battuto il Fano ultimo in classifica non ha convinto. La squadra di mister Mauro Zironelli, che per il match schiera una formazione atipica con Tulissi e Spagnoli davanti e Sodinha a fare il mediano, parte bene e al 7° minuto va subito in vantaggio: incursione di Varutti, palla in mezzo e Spagnoli è bravissimo a buttarla in rete. Poi il solito momento di blackout: il baricentro gialloblu si abbassa e su una disattenzione difensiva il Fano pareggia, anche con un po’ di fortuna, visto che la respinta di Gagno finisce sui piedi di Barbuti che insacca a porta vuota. Nella ripresa è solo Modena che però nell’imbastire azioni d’attacco è molto confusionario e produce ben poco, sbagliando sempre il passaggio decisivo. Il Fano aspetta ma ormai non riparte neanche più. Zironelli allora tenta la mossa della disperazione, inserendo Ferrario e Rossetti nello stesso momento. Una mossa che risulterà decisiva, perché su un lancio lungo il numero 27 è bravissimo a fare la mezzaluna per evitare il fuorigioco, stoppa la sfera, si invola verso la porta e firma il suo quinto gol stagionale, ma soprattutto il 2-1 definitivo al 90°. Nei minuti finali il Modena si difende male e rischia addirittura il pareggio, ma fortunatamente il Fano non ne approfitta. Una vittoria che sicuramente aiuta nel morale, ma che non elimina i soliti problemi dei gialloblu, squadra che sembra incapace di mantenere il vantaggio e mettere al sicuro il risultato.

Nel video l’intervista a Mauro Zironelli, Allenatore Modena F.C.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui