Riparte da zero l’iter per il via libera del comune alla riapertura della discarica di Villa Franca di Medolla finalizzata al conferimento di rifiuti speciali. E’ lo stesso comune a dichiararlo ammettendo un errore che già nei giorni scorsi era stato denunciato dal neo comitato dei cittadini che si oppongono all’apertura e al quale si è rimediato attraverso una delibera di giunta che sospende quella che nel dicembre scorso aveva sancito l’ok alla riapertura.  Mancata pubblicazione all’albo pretorio nel febbraio 2019 degli atti necessari per garantire anche il diritto di presentare osservazioni al progetto.  Quelle che con una procedura che torna ai nastri di partenza, i cittadini ed i portatori di interesse potranno presentare. Il dibattito nel frattempo tiene banco sia nell’aula consigliare che fuori. Nella commissione comunale, aperta ai cittadini, tenutasi ieri sera i tecnici Aimag hanno ribadito la ‘non pericolosità di un intervento che migliorerebbe le condizioni attuali del sito di via Campana’. Parere opposto da parte del comitato che attraverso il supporto del tecnico già alla guida del comitato anti-discarica di Finale Emilia Maurizio Poletti ha ribadito i dubbi sul progetto, sull’impatto ambientale e sulla tipologia, a suo dire tutt’altro che non pericolosa, dei rifiuti speciali conferiti. Una dibattito che lunedì si sposterà anche al di fuori delle aule consiliari. Per lunedì 10 febbraio alle ore 21, comune aimag e cittadini si confronteranno in incontro pubblico nell’Auditorium del Centro Culturale Comunale di Medolla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui