Nel video intervista a Valeria Corni Moglie di Michel Talignani, modenese a Cecchignola

Minuti di alta tensione e paura tra le famiglie che aspettano il ritorno degli italiani in quarantena dopo il rimpatrio da Wuhan. Oggi un caso sospetto di infezione da coronavirus ha interessato uno dei 56 connazionali tenuti sotto controllo nella zona militare della Cecchignola, a Roma Sud. A rivelarlo, le analisi condotte sui tamponi. Una notizia che ha provocato nuova ansia e preoccupazioni anche nel modenese, dove è atteso il ritorno dei cinque tecnici della System Ceramis. Un’altra “botta emotiva”, come dice la moglie di Michel Talignani, uno dei modenesi in isolamento, che cade come un fulmine a ciel sereno dopo la buona notizia del rimpatrio avvenuto lunedì. I cinque modenesi starebbero comunque bene e le loro analisi non avrebbero presentato valori sospetti. Il loro rientro, se le condizioni rimarranno stabili, è previsto per dopo il 16 febbraio. Una data attesa con ansia anche dalle famiglie, che già hanno immaginato il giorno del ritorno dei propri cari.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui