Se non è record nazionale lo è per la provincia di Modena. Davvero ingente, oltre 16 kg di sostanza, la quantità di cocaina, che gli agenti della Polstrada Modena Nord hanno rinvenuto nell’auto fermata ieri pomeriggio presso l’area di sosta di Castelfranco Emilia. Sostanza purissima, abilmente occultata in un vano sotto il sedile posteriore, apribile con un comando collegato alla radio. Valore di 800 milia euro all’ingrosso, che sul mercato milanese, dove era destinata, e dove sarebbe stata tagliata avrebbe fruttato circa 3 milioni e mezzo. A bordo della lancia musa due calabresi e un bambino di 5 anni. Uno intestatario dell’auto, il secondo alla guida, padre del bambino. L’auto viene notata perché alla vista degli agenti dalla quarta corsia dove scorre ad alta velocità, rallenta bruscamente e accosta. Manovra che genera il sospetto del personale guidato dal comandante polstrada Modena nord lorenzo pomponio. Sospetti confermati dal racconto dell’uomo che dice di essere andato in calabria per recuperare un seggiolin da bambini dimenticato. L’auto viene portata al comando della polstrada modena nord. Li attivato il disposicito la scoperata della sostanza. Il corrirere, con piccoli precedenti, rischia ora più di dieci anni di carcere.  Il figlio è stato affidato alla madre che lo ha raggiunto da Milano.

Nel video l’intervista a Enrico Tassi, Comandante Polizia stradale Modena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui