Nel video l’intervista a Giuseppe Borri, consulente di direzione Cna Modena

Novità sono in arrivo per tutte le aziende che operano con i privati. Dal primo gennaio 2020 entra in vigore l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi, che modificherà sostanzialmente le procedure quotidiane di molte imprese. CNA Modena, che ha organizzato seminari formativi sul tema, ha stimato che nella nostra provincia saranno circa 35mila le attività che dovranno dotarsi di un idoneo registratore telematico in grado di trasmettere i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate. Con questi nuovi apparecchi lo scontrino perderà la sua valenza fiscale, venendo sostituito da un documento commerciale che accerterà l’avvenuto rapporto tra esercente e cliente; mentre spariranno completamente le ricevute fiscali. Si tratta di un cambiamento fonte di preoccupazioni per Cna, soprattutto per via dei tempi ristretti in cui deve essere attuato. Ciò che finora è certo è la necessità di cambiare o adattare il proprio registratore; cambio che il Ministero finanzierà in parte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui