Una banda di trafficanti di droga è stata sgominata da un’operazione dei Carabinieri di Bologna.  Dalle prime ore di questa mattina 200 militari, con l’impiego di unità cinofile ed elicotteri hanno disarticolato una associazione per delinquere, finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, ed eseguito 18 misure cautelari e numerose perquisizioni in diverse province italiane, tra cui Modena, ma anche in Spagna e in Albania. Sono stati sequestrati oltre 130 chilogrammi di stupefacenti. Tra i soggetti finiti in manette un albanese arrestato in flagranza di reato nella sua abitazione di Zocca: allo scopo di sottrarsi alla cattura, nel giugno 2018 per eludere un controllo si era nascosto sui binari della ferrovia in zona Ponte Samoggia.  A tutti i soggetti arrestati sono stati contestati anche i reati di estorsione, detenzione e porto abusivo di armi. Le indagini, sviluppate dalla Compagnia dei Carabinieri di Borgo Panigale e coordinate dalla procura della Repubblica di Bologna, hanno fatto emergere l’operatività di una radicata associazione criminale, costituita da soggetti di etnia italiana, albanese e nordafricana, operativa nella movimentazione di ingenti quantitativi di marijuana e hashish sull’asse Spagna-Italia. I membri dell’organizzazione, più volte si sono recati presso i porti di Malaga, Valencia, Barcellona e Nizza per rifornirsi dello stupefacente, per poi creare una vera e propria rete di distribuzione nel territorio bolognese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui