Nel video l’intervista a Stefano Gasperi, Presidente di Atc Bassa Pianura

Nutrie, volpi, tassi ed istrici, potrebbero essere loro i responsabili della rottura di una parte dell’argine del Canale Diversivo di Finale Emilia, che ha provocato l’allagamento di interi campi. A dirlo è Stefano Gasperi, Presidente di Atc Bassa Pianura. Dopo giornate e nottate di duro lavoro la situazione è in fase di ripristino ma i danni provocati, sebbene ancora non siano stati stimati, sono ingenti.  Nello specifico questi animali fossari con la costruzione delle loro tane indeboliscono gli argini mettendo a rischio la sicurezza della cittadinanza. Gli Ambiti territoriali di caccia, insieme a Polizia Provinciale e Aipo, hanno il compito di catturare  questi animali ma il lavoro, verrebbe  ostacolato da una delibera regionale che rende impossibile catturare o prelevare gli animali nelle tane. Una delibera che secondo Gasperi incide sula salvaguardia della cittadinanza.

Intanto nel pomeriggio di oggi si sono conclusi gli interventi di ripristino dell’argine del Canale Diversivo: la falla, apertasi lunedì mattina a Canaletto di Finale Emilia, dopo giorni di intenso lavoro da parte dello staff tecnico del Consorzio di Burana finalmente è stata chiusa. I tecnici saranno impegnati in un’azione di monitoraggio dell’argine, anche nei prossimi giorni, per la valutazione di una seconda tranche di interventi di consolidamento che comunque sarà necessaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui