Pietro Cianci a Piacenza lo ricordano bene. L’attaccante del Carpi lo scorso maggio firmò uno dei due gol con la maglia del Siena che costarono alla squadra di Arnaldo Franzini la promozione in Serie B, nell’ultima giornata di regular season, e domani alle 15 al Cabassi farà di tutto per esserci nella sfida che per la squadra di Riolfo vale tanto nella corsa riaperta al primo posto. In settimana Cianci si è allenato a singhiozzo dopo un colpo al piede, ma dovrebbe stringere i denti, altrimenti davanti sarà uno fra Maurizi o Carletti ad affiancare Biasci. Lo scorso 10 maggio fu proprio l’attaccante barese ad aprire le danze nel 2-0 che il Siena inflisse nei 90’ finali della stagione al Piacenza, spianando di fatto all’Entella la strada per la B diretta. Con la Reggiana domenica scorsa lui e Biasci hanno dimostrato di poter rappresentare una coppia letale, anche senza l’infortunato Vano il cui rientro è ancora tutto da valutare. Mister Riolfo per la gara di domani ha tanti problemi in difesa dove Pellegrini e Lomolino sono out da tempo e dove anche Sarzi Puttini e Rossoni potrebbero andare al massimo in panchina. Pronti Pezzi e Varoli come terzini, con Simonetti confermato in regia. Sarà anche la sfida fra i due capocannonieri del girone, Biasci e il piacentino Paponi a quota 13 ma con percorsi molto differenti. Paponi aveva virato a fine 2019 con 12 reti, Biasci invece si è scatenato nel 2020 con 7 reti segnate nelle ultime 6 gare e domani cerca il sorpasso sul rivale per confermare il suo straordinario momento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui