All’interno l’intervista a Gianni Gibellini (presidente nazionale Efi)

È stato posizionato dietro le camere ardenti del Policlinico il container frigorifero offerto la settimana scorsa dalla Protezione Civile, che servirà in caso di emergenza per la conservazione delle salme dei defunti. “E’ solo per motivi preventivi se fosse necessario accogliere e conservare i feretri – fanno sapere dalla direzione dell’ospedale – ma attualmente il numero dei decessi – spiegano – e i tempi di avvio dei feretri alla cremazione non ne richiedono l’utilizzo”. Una scelta che ha fatto sollevare molti dubbi da parte di Gianni Gibellini, presidente nazionale Efi. Il tir refrigerato dell’Atm Group, arrivato da Boretto, nel Reggiano, può contenere circa 150 salme in attesa della cremazione. Già nelle settimane scorse analoghi container refrigerati erano stati predisposti dal comune di Modena presso il cimitero di San Cataldo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui