Martedì 21 Agosto 2018 | 03:54

SASSUOLO, PARTE IL TOTO-PANCHINA

La Serie A è giunta al termine e impazza il mercato. Il Sassuolo sta valutando i possibili successori di Iachini tra i quali spuntano i nomi di Pippo Inzaghi e quello dell’ex CT Cesare Prandelli


Va o resta? A campionato finito e salvezza raggiunta, è questa la domanda ricorrente nell’ambiente Sassuolo quando si parla del futuro di mister Beppe Iachini. Il tecnico marchigiano dovrà incontrare i vertici neroverdi ma stando alle parole del patron Squinzi il quale aveva aperto ad un possibile addio, pare proprio che le strade si stiano per dividere. Questione di punti di vista, certo è che l’ad Carnevali è già alla ricerca del sostituto. Il primo nome in cima alla lista è quello di Roberto De Zerbi. Doveva essere lui infatti il dopo Di Francesco ma poi la scelta cadde su Bucchi e in questi sei mesi a Benevento, il tecnico bresciano si è fatto apprezzare ancora di più per qualità di gioco espressa e carattere di una squadra retrocessa con onore. Su di lui si sono fatte avanti anche Cagliari e Bologna, ma il Sassuolo parte leggermente favorito. Attenzioni a possibili outsider. Davide Nicola è alla ricerca di una panchina e gode di buonissima considerazione in casa neroverde dopo il miracolo sportivo ottenuto a Crotone. La vera sorpresa potrebbe però essere rappresentata dal vero pallino del patron Squinzi, quel Super Pippo Inzaghi che tanto affascina il numero uno neroverde e che fu già vicino al Sassuolo due stagioni fa. In tal caso i tempi si allungherebbero, l’ex Milan è impegnato nei playoff di Serie B con il suo Venezia e c’è da immaginare che la sua attenzione sarà focalizzata solo sull’obiettivo serie A con i lagunari. Resta defilata, seppur suggestiva, l’ipotesi Cesare Prandelli. L’ex CT è ancora alla ricerca di rilancio dopo il disastro mondiale del 2014.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche