Martedì 11 Dicembre 2018 | 16:28

CARPI SOTTOTONO, IL FOGGIA NE FA TRE

Biancorossi deludenti allo Zaccheria: il Foggia va avanti 2-0 all'intervallo con le reti di Mazzeo e la punizione da 35 metri di Kragl, che poi a inizio ripresa chiude i conti


La Puglia è amarissima per il Carpi, travolto e ridimensionato da un Foggia che non crede ai propri occhi. I pugliesi conquistano la quarta vittoria di fila e volano a -2 dal Carpi, che invece esce con le ossa rotte dallo Zaccheria. Senza Mbakogu si confermano le difficoltà offensive della squadra di Calabro, acuite anche dalla scelta di rinunciare a una seconda punta al fianco di Melchiorri per puntare sul 4-4-1-1 con Concas a supporto. Senza peso davanti, la squadra biancorossa finisce schiacciata dal Foggia, che sfiora in avvio con Mazzeo l'1-0 evitato da un volo di Colombi e poi lo trova al 20', quando è lo stesso Mazzeo, alla rete numero 11 in stagione, a incornare il cross di Nicastro da due passi. Invece di reagire il Carpi viene graziato da Agnelli che dal dischetto cicca la palla del raddoppio. Il 2-0 però arriva in modo inatteso prima del riposo: è Colombi questa volta ad addormentarsi sulla punizione di Kragl dai 35 metri, con il tedesco che trova l'angolino con una parabola tutt'altro che irresistibile. Nella ripresa Calabro ci prova inserendo Nzola per uno spento Concas, ma il Carpi non dà mai l'impressione di poterla recuperare e anzi al primo affondo subisce la terza rete. Questa volta è Deli che fa il Messi in area,s alta quattro biancorossi come birilli e appoggia per Kragl, che firma la doppietta e chiude la gara dopo meno di un'ora di gioco. Nemmeno gli ingressi di Calapai e Jelenic scuotono il Carpi, che chiude con un pesante 0-3 che lo fa scivolare al nono posto fuori dalla zona playoff.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche