Venerdì 09 Dicembre 2016 | 02:54

MODENA: PRENDI ESEMPIO DALL'ENTELLA

Sette partite alla fine, per il campionato del Modena: la prossima, in trasferta, a Chiavari, sul campo dell'Entella, rivelazione del torneo. Rientrano Marzorati, Belingheri e Bentivoglio, assenti Bertoncini e Nardini. Bergodi non esclude sorprese


Il prossimo avversario del Modena, la Virtus Entella, è la dimostrazione che non era proprio vero quello che diceva mister Crespo a proposito della sua squadra: "Ricordiamoci da dove siamo partiti, cioè da uno spareggio per la salvezza". Eh no, perché l'Entella è addirittura ripartita da una retrocessione, sancita proprio nel playout di ritorno del 6 giugno scorso, con un 1-1 firmato Granoche e Mazzarani (allora all'Entella), dopo l'incredibile 2-2 del Comunale di Chiavari, con la doppietta di Garritano in rimonta e qualche baruffa negli spogliatoi tra Melotti e un giornalista modenese accusato di eccesso di ironia. L'Entella è poi stata ripescata, ha confermato lo stesso allenatore, Alfredo Aglietti, certo non un mago, ma è diventata meritatamente la sorpresa del campionato di B, al pari del Trapani e, naturalmente, del super Crotone. Come è stata possibile una simile trasformazione? Merito di una società con una buona disponibilità economica (grazie al presidente Antonio Gozzi, presidente di Federacciai e qualche guaio con la giustizia) e di un progetto tecnico ben preciso, senza nomi eclatanti. Ecco, l'Entella è lassù, in zona playoff, dove dovrebbe starci il Modena. Ma il campo ha dato un verdetto ben differente. La rivalità tra canarini e diavoli neri (il simbolo della squadra biancoceleste, e Entella è il nome del fiume che attraversa Chiavari) è quindi recentissima: 5 partite, 3 pareggi, 1 vittoria del Modena (2-0 della regular season dell'anno scorso, con reti di Signori e Garritano) e 1 dell'Entella, quella dell'andata al Braglia, con uno dei 16 gol di Caputo. Reduce dal successo 2-1 a Lanciano, l'Entella viene da 10 risultati utili consecutivi, 19 punti raccolti, battendo 4-0 il Trapani, sbancando Vercelli e sconfiggendo pure Perugia e Bari, tanto per gradire. A Lanciano, Aglietti ha schierato un 4-3-1-2 molto flessibile e agile, segnando subito due gol con Pellizzer e Cutolo. Contro il Modena mancherà il difensore Iacoponi, squalificato. Nel Modena, assenti per squalifica Bertoncini e Nardini, rientrano Marzorati, Belingheri e Bentivoglio. Per Bergodi è ipotizzabile la seguente formazione: Manfredini tra i pali, Aldrovandi, Gozzi, Marzorati e Rubin in difesa, Belingheri, Osuji, Bentivoglio a centrocampo, Mazzarani treequartista, Granoche e Luppi in attacco. Ma non sono escluse sorprese.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche