Domenica 04 Dicembre 2016 | 17:18

MODENA-CAGLIARI, QUESTIONE DI MOTIVAZIONI

In un turno di campionato 'pasquale', molto condizionato dagli impegni delle nazionali, il Modena riceverà al Braglia la seconda in classifica. Quelle motivazioni venute meno contro il Como, potrebbero esserci contro una delle squadre favorite per la A


Non è certo il cliente più comodo al mondo, il Cagliari, per un Modena improvvisamente ripiombato nella crisi, di risultati e di gioco. Eppure, proprio la sfida con la seconda della classe della serie B (-1 dal Crotone) può rappresentare quel carburante mentale e quella motivazione che, paradossalmente, non ci sono stati nella partita con il Como ultimo in classifica. Ecco, aggrappiamoci alle motivazioni: e ci sta, poiché mister Crespo non fa altro che parlare di questione di testa. E prendere sottogamba il Cagliari sarebbe disastroso: ma proprio giocare contro uno squadrone ormai con un piede e mezzo in A potrebbe essere la spinta in più. Del resto, all'andata, i sardi vinsero 2-1, ma i gialli se la giocarono quasi alla pari. Si può fare. A patto che Crespo abbia finalmente il coraggio di prendere scelte anche poco simpatiche, valutando in particolare le condizioni di alcuni giocatori - come Pablo Granoche, Simone Bentivoglio e lo stesso Matteo Rubin - apparsi visibilmente fuori forma o, nel caso di Rubin, affaticati: Stanco, Besea, Osuj, Popescu, pur non essendo soluzioni cosi entusiasmanti, sono lì che aspettano il loro turno. Dovrebbe essere anche il turno di Andrea Mazzarani, apparso più in forma di altri, di tornare titolare: complice la squalifica di Nardini, sarà lui - e non l'inconcludente Camara - a giocare sulla fascia destra dell'attacco. Mentre il Livorno chiama Colomba al posto di Panucci e la Ternana, vincendo ad Avellino, si mette quasi in salvo, il Modena è chiamato a fare disperatamente punti contro il Cagliari. Tre assenze nei sardi, tutte in difesa: assenti il polacco Salamon e lo sloveno Kraijnc, oltre all'Under 21 Barreca, tutti impegnati con le rispettive nazionali (impegni che influenzeranno parecchio questa giornata pasquale di serie B). Mister Rastelli potrebbe decidere di impiegare come difensore centrale il giovane Alessandro Deiola, classe '95, un autentico jolly, che può giocare sia a metà campo che in difesa, in virtù dei suoi 189 cm di altezza. Pronto per la trasferta di Modena anche il recuperato attaccante ex Juve Niccolò Giannetti (6 gol quest'anno), anche se i pezzi da 90 del Cagliari, là davanti, sono Sau (5 gol), Melchiorri (8), Farias (12) e Joao Pedro (7). In totale, 38 gol: molti di più di quelli segnati da tutto il Modena. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche