Lunedì 05 Dicembre 2016 | 05:25

CARPI E SASSUOLO, CI SONO SEGNALI POSITIVI

I biancorossi hanno accorciato dalla zona salvezza grazie alle parate di un grande Belec, i neroverdi ritrovano i gol di Berardi e Defrel per la caccia al sesto posto


Il fine settimana della A, chiuso dal pari di ieri sera fra Napoli e Milan, ha lasciato buone sensazioni a Carpi e Sassuolo. I biancorossi hanno rosicchiato un punto alla quart'ultima, la Sampdoria, che ora dista 5 lunghezze e possono lanciarsi nella volata finale con la certezza che il futuro dipende in grande parte da sé stessi. Gli scontri diretti con Atalanta, Genoa, Frosinone, Verona e Udinese che ancora attendono la squadra di Castori saranno altrettante finali da provare a vincere per concretizzare il sogno della salvezza. La classifica si è infatti accorciata nelle ultime settimane grazie ai passi in avanti del Verona, capace di conquistare 10 punti nelle ultime 7 gare, e del Frosinone, che ne ha conquistati 8, e i biancorossi, pur con il peggior calendario fra le squadre invischiate nella lotta salvezza hanno limitato i danni, conquistando 6 punti. Gran merito è di Vid Belec, l'uomo delle prodezze nei successi su Sampdoria e Udinese, nel pari di Milano con l'Inter e da ultimo in quello di Torino. Il rigore parato a Maxi Lopez a lungo andare potrebbe essere pesante nella corsa a quella quota 40 che vale la sicurezza.

Sorride anche il Sassuolo, che con il 3-2 sull'Empoli ha riaperto la caccia al sesto posto. Un piazzamento che potrebbe valere l'Europa se a maggio la Juve - ormai destinata alla Champions - battesse il Milan nella finale di Coppa Italia. I rossoneri per ora restano a +6 dopo aver sfruttato il periodo no dei neroverdi a inizio 2016. Di Francesco però sa di aver ritrovato due giocatori fondamentali come Berardi e Defrel: il talento calabrese ha firmato il gol più bello della domenica di A e sembra aver ritrovato la fiducia smarrita; il francese ha firmato la prima doppietta da quando veste il neroverde, salendo a 5 reti, e dopo il lungo rodaggio può essere quel terminale offensivo che ancora il Sassuolo non ha trovato dopo l'addio di Zaza.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche