Sabato 10 Dicembre 2016 | 00:09

SASSUOLO, IL BOLOGNA CANCELLA L’IMBATTIBILITA’ AL MAPEI

Inizio di 2016 in flessione per i neroverdi che tra le mura amiche del Mapei Stadium cadono 2-0, perdendo anche l’imbattibilità casalinga. Giaccherini porta in avanti i rossoblù e nel finale chiude i conti l’ex Sergio Floccari


La delusione per la prima sconfitta casalinga e la beffa per il gol dell’ex firmato Sergio Floccari. E’ il Bologna a festeggiare al termine del derby emiliano andato in scena ieri al Mapei Stadium. La compagine felsinea guidata da Roberto Donadoni si è dimostrata squadra tosta raccogliendo la quinta vittoria su sei gare in trasferta, ma soprattutto ha costretto il Sassuolo al primo stop interno e ad un inizio di 2016 che ha visto i neroverdi conquistare il fantastico successo di San Siro, ma anche pareggiare con Frosinone e Torino oltre alle sconfitte con Napoli e, appunto, Bologna. Ne risente la classifica, comunque ancora straordinariamente al di sopra delle aspettative, ma ci sono le attenuanti almeno per quanto concerne la gara di ieri. Mister Di Francesco, infatti, ha dovuto fare a meno dei suoi due fari di centrocampo: Magnanelli per squalifica e Missiroli per infortunio. Il giovane Pellegrini e Karim Laribi sono due giocatori utili alla causa, che ben hanno figurato quando chiamati in causa, ma non possono almeno per il momento essere i leader di un reparto così importante a così alto livello. Il match, tuttavia, rimane in bilico fino alla metà della ripresa, quando è Giaccherini a trovare il gol con una bella conclusione al termine di un’azione personale. Di Francesco si gioca tutte le carte a propria disposizione finendo la gara con Defrel, Falcinelli, Sansone e il neo arrivato Trotta contemporaneamente in campo, ma non basta. La beffa è firmata da Sergio Floccari, ex di giornata subentrato nel finale e bravo a trafiggere Consigli per il gol del 2-0 che chiude definitivamente i conti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche