Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 04:23

BLACKOUT IN APPENNINO, MONTESE CHIEDE I DANNI

Montese ed altri comuni dell’appennino modenese chiederanno conto dei danni subiti in occasione della nevicata di lunedì scorso, che ha causato lunghi blackout elettrici e l’interruzione dell’erogazione dell’acqua


Montese, assieme ad altri comuni contigui, valuterà quali azioni intraprendere nei prossimi giorni per ottenere il risarcimento dei danni subiti in occasione della forte nevicata della scorsa settimana e non esclude l’opportunità di esporre denuncia alle autorità competenti per interruzione colpevole di pubblico servizio. Questo è quanto si legge nell’ordine del giorno approvato all’unanimità lunedì, in consiglio comunale. Il blackout nato dalle prime intense precipitazioni nevose della stagione aveva fin da subito indisposto il sindaco Mazza, che aveva parlato di manutenzione evidentemente inefficiente da parte di Hera e di Enel delle reti. Nel comune e nelle frazioni, così come in altri territori limitrofi, è venuta a mancare anche per giorni l’energia elettrica e di conseguenza anche l’acqua potabile, obbligando l’amministrazione anche alla chiusura delle scuole. Ad essere chiamati in causa sono i gestori dei servizi pubblici InRete Distribuzione Energia, facente capo ad Hera, ed EDistribuzione, facente capo ad Enel. Il Consiglio di Montese invita istituzioni nazionali e locali nonché le autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico a verificare l’operato dei gestori dei servizi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche