Martedì 06 Dicembre 2016 | 01:51

VERTICE ITALIA-GERMANIA A MARANELLO ALLA FERRARI

La Merkel ha assicurato aiuti per la ricostruzione dopo il terremoto che ha colpito il centro Italia. Durante l’incontro con Renzi si è però parlato soprattutto dei problemi e del futuro dell’Unione Europea


Crescita economica, l’accoglienza e le problematiche legate all’ immigrazione, sicurezza e terrorismo ma anche, dopo il sisma del 24 agosto nel centro Italia, il post terremoto. Questi i temi più ricorrenti tra il premier Renzi e la cancelliera tedesca Merkel alla Ferrari di Maranello, sede del vertice intergovernativo Italia-Germania. Il film del pomeriggio: il picchetto d’onore e gli inni nazionali hanno aperto l’incontro con la Merkel accolta dal presidente del Consiglio e dai vertici Fca e Ferrari, Marchionne e Elkann.

Tra gli aspetti più importanti emersi dall’evento, l’annuncio di Renzi sul nome individuato per la ricostruzione dopo il sisma che ha colpito il centro Italia. La scelta è caduta su Vasco Errani, presidente dell’Emilia Romagna nel 2012, anno del forte sisma che colpì soprattutto la provincia di Modena e Ferrara. Sempre sul tema la scuderia del Drake, metterà in vendita, per il post-terremoto, una delle sue auto più prestigiose, mentre la cancelliera Merkel ha annunciato la volontà di finanziare la ricostruzione di una scuola e dare ulteriore aiuto. Nel vertice si è però dato soprattutto spazio al futuro dell’Unione Europea, tra crescita economica, immigrazione e sicurezza. Secondo Renzi il mondo sta correndo e l’Europa non può stare a guardare: deve fare altrettanto. E in questo percorso Germania e Italia possono fare molto per camminare nella stessa direzione.

Il Premier inoltre, nonostante i dati e le critiche degli ultimi giorni, è intervenuto anche per difendere il Jobs Act, una scelta che però per Renzi andava fatta molto prima per ottenere risultati migliori in tema di occupazione. Al termine del vertice, un momento toccante: l’incontro con i soccorritori che hanno salvato la piccola Giorgia rimasta per ore sotto le macerie della sua casa a Pescara del Tronto. La cancelliera tedesca si è avvicinata, nonostante la paura dei cani anche a Leo che ha fiutato la presenza della bambina e ha guidato i soccorritori.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche